Documento senza titolo
L'AZIENDA
grafica e stampa livorno

La MEDIA Print vanta un'esperienza tipografica ultradecennale ed è in grado di soddisfare una vasta gamma di servizi e prodotti tipografici offrendo un prodotto innovativo e di qualità realizzato con le più recenti tecnologie. Nella nostra azienda è possibile stampare dal biglietto da visita alla carta intestata, buste, cartelle, locandine, manifesti, calendari, dépliants, opuscoli, listini, brochure, modulistica e soprattutto libri curando qualsiasi lavoro con competenza e professionalità.

Il conseguimento della Certificazione di Qualità ISO 9001:2008 conferma l'orientamento della MEDIA Print verso procedure che assicurino elevati standard qualitativi e miglioramento continuo, tutto finalizzato alla soddisfazione del Cliente: la nostra migliore pubblicità.

LE ORIGINI

Era il 1834 quando Salomone Belforte e Moisè Palagi furono autorizzati ad aprire a Livorno una stamperia per la produzione di libri di preghiere in lingua ebraica. Con due soli torchi tipografici collocati al terzo piano di un vecchio palazzo di via Serristori, i due soci stampavano volumi che ancora oggi colpiscono per la nitidezza dei caratteri. Dal 1884, fu Giulio Belforte, nipote di Salomone, ad indirizzare la stamperia verso rapidi cambiamenti: non più il ristretto locale di via Serristori ma il piano terra ed il primo piano del palazzo Corridi di via della Madonna e non più soltanto due torchi tipografici ma un moderno e attrezzato reparto litografico e tipografico con macchine di formato 59x90 e 70x100. Nel '900 subentrarono a causa di una malattia la moglie Emma Castelli Belforte e successivamente i figli Guido, Aldo Luigi e Gino. L'espansione proseguì con edizioni d'arte e la pubblicazione della rivista «Liburni civitas». Nel 1938 le leggi razziali costrinsero i Belforte a cedere l'attività a amici e a trasformare l'azienda in "Società editrice tirrena". La guerra e i bombardamenti alleati distrussero lo stabilimento e la libreria. Nel 1950 succedettero a Guido il figlio Giulio e il genero Ettore Guastalla insieme al figlio e al genero di Aldo Luigi: Piero Belforte e Giorgio Bianchini. Nel 1961 a causa delle difficoltà economiche liquidarono la tipografia e cedettero i caratteri ebraici. La tipografia fu ripresa nel 1964 da Giorgio Bianchini con la Belforte Grafica di Giorgio Bianchini e C.
Dal 1997 la nuova denominazione sociale MEDIA Print sostituisce la vecchia "Belforte Grafica", simbolo glorioso del passato che come un secolo fa, fonda nel libro la sua principale attività.